Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

L’INVOLUZIONE DELLO SPIRITO – L’ANATOMIA ESOTERICA

Una leggiadra farfalla saltella nell’aria posandosi ora su un fiore ora sull’altro e mentre l’ammiro per le sue fattezze e colori mi viene in mente il bruco che era prima, e la fantasia mi porta lontano quasi fossi anch’io un essere così leggero. La mente vaga e gli interrogativi sulla vita si presentano ineluttabilmente, sempre presenti nel lavoro di radioestesista: la costituzione dell’essere umano e specialmente la sua parte energetica sono molto importanti in questo campo che si basa essenzialmente su questo.

Mi viene in mente uno spezzone di telefonata ricevuta da poco  …. ” Se ci pensi veramente noi siamo degli strani animali, strani nel senso che siamo differenti dagli altri animali che conosciamo: in primis siamo cattivi, a differenza degli altri animali facciamo del male per il gusto di farlo, cerchiamo sempre di soverchiare l’altro, ci inebriamo del potere e abbiamo inventato i soldi per esercitarlo, stiamo rovinando il pianeta che ci ospita solo per il nostro sconfinato potere, …..”

Non mi dilungo oltre sulla telefonata dell’amico Adriano ma le sue parole, altamente condivisibili, mi solleticano a esprimere il mio pensiero su questo argomento e mi fanno venire in mente come siamo fatti fisicamente e come siamo costruiti a partire da quella parte sottile che non tutti conoscono ma di cui siamo fatti.

L’uomo dal punto di vista fisico può essere considerato come un conglomerato di sistemi e di organi, ma dal punto di vista energetico possiamo considerarlo come una serie di sistemi energetici ad alta frequenza, o campi energetici informati, che lo integrano nello schema universale delle cose. Questi sistemi hanno un’anatomia e una fisiologia proprie, che in ultima analisi determinano l’aspetto e l’attività della forma fisica.

L’uomo ha un’anatomia sottile che lo mette in relazione con le forze nel suo ambiente immediato, e con quelle dell’universo in generale e la radiestesia e la radionica  per loro stessa natura sono correlate alle leggi e ai principi che governano i livelli eterici, emotivi e mentali dell’esistenza, e all’attualità delle forze formative eteriche che permeano tutto lo spazio e ogni forma che vi vive, sia esso un essere umano o un pianeta.

Gia nell’antichità l’uomo pensava che il corpo fisico fosse semplicemente l’esternazione di veicoli di manifestazione più sottili.

Generalmente noi accettiamo che l’uomo abbia una anatomia sottile ma normalmente abbiamo difficoltà a pensarla come vediamo un corpo fisico, e cioé come organi, funzioni, ecc.

In realtà l’idea generica dei campi eterici  con le loro forze e le informazioni che contengono, deve far posto con la conoscenza di strutture che hanno una precisa relazione con l’anatomia visibile e i suoi processi fisiologici.

Attingendo alle conoscenze antiche e all’ampio materiale della letteratura esoterica disponibile e rifacendoci anche alle nuove teorie scaturite dalle attuali scoperte scientifiche, non ultima la fisica quantistica, possiamo sviscerare quello che attualmente in campo radiestesico viene considerata l’anatomia sottile.

Lo Spirito nella sua discesa verso l’incarnazione nella terza dimensione, o possiamo dire per creare il suo essere, passa da diversi piani dove si riveste dei vari corpi. Questi piani che sono sette, ognuno dei quali è suddiviso in sette sottopiani, definiscono la settuplice natura dell’uomo e dei piani della materia su cui si trovano i vari aspetti della sua essenza. Questi vari piani e corpi, essendo di natura sottile, sono autocomprenetrantesi, per questo possiamo dire che l’uomo come lo vediamo è composto da sette corpi che si trovano in sette piani di esistenza contemporaneamente.

Parto dal piano più basso, che è quello che maggiormente ci interessa, e  che è il piano fisico, e salgo poi ai piani più sottili ai quali accenno brevemente.

Nel piano fisico, che è l’unico piano nel quale si impara ad evolvere, l’uomo si manifesta come una triplicità di corpo, anima e spirito : il corpo fisico è composto dal fisico propriamente detto e dal corpo eterico che è il modello , o l’archetipo su cui è costruita la forma fisica densa che nel corso della crescita e permette all’anima di esprimersi sul piano fisico. (Degli altri corpi e piani sottili daremo un accenno più avanti.)

L’unità integrata formata dai corpi eterico e fisico è fondamentalmente il veicolo più importante dell’uomo, poiché connette il mondo fisico con i mondi sottili.

Il corpo eterico Agisce come un ricevitore ed un un assimilatore di energie esterne e un trasmettitore di energie all’interno del corpo fisico tramite i chakra o centri di forza che sono i punti focali per ricevere le energie allo scopo di vitalizzare il corpo fisico e si trovano sulla superficie del corpo eterico e appaiono come vortici rotanti di materia sottile, ed le nadi che sono i canali di distribuzione dell’energia in tutto il corpo.

I chakra principali sono sette e le loro funzioni sono: Primo vitalizzare il corpo fisico. Secondo realizzare lo sviluppo della coscienza. Terzo: trasmettere energia spirituale all’individuo. Sono in relazione con il sistema endocrino e con l’influenza di quest’ultimo sulla salute dell’individuo

Ogni chakra, sebbene sia presente solo nella materia sottile, è collegato sul piano fisico ad una ghiandola endocrina proprio come le nadi le quali  vengono collegate al sistema nervoso.

Diamo una veloce occhiata a questo sistema:

Muladhara Chakra   o chakra di base, situato alla fine dell’osso sacro. Il suo collegamento primario sono le ghiandole surrenali e governa i reni e la colonna spinale. Una precisazione per la situazione attuale: in questa regione, vicino ai reni, si mtrovano due chakra minori. Questi lasciano entrare gran parte della paura che le persone sperimentano oggi.

Svadhisthana Chakra o chakra sacrale, si trova alla base della colonna lombare, il suo collegamento primario sono le gonadi e governa l’intero sistema riproduttivo

Manipura Chakra o chakra del plesso solare, si trova nella colonna vertebrale al di sotto del livello delle scapole, il suo collegamento primario è il pancreas e governa tutti gli organi dell’apparato digerente.

Anhata Chakra o chacra del cuore, si trova tra le scapole, il suo collegamento primario è il timo e governa polmoni, cuore, sistema circolatorio e respiratorio.

Vishuddha Chakra o chakra della gola, si trova nella parte posteriore del collo e il suo collegamento primario è la tiroide e governa gola, collo, bocca, orecchie, laringe, spalle.

Ajna Chakra o chakra del terzo occhio, si trova tra le sopracciglia e il suo collegamento primario è la ghiandola pituitaria o ipofisi e governa occhi, orecchie, naso, seno paranasale, cervelletto, sistema nervoso, sistema ormonale.

Sahasrara Chakra o chakra della corona, si trova nella parte superiore della testa e il suo collegamento primario è la ghiandola pineale e governa la parte superiore del cervello

Oltre ai sette chakra principali ne esistono molti altri in tutte le varie parti del corpo e fra questi quello più interessante è  il chakra della milza che è situalo nella parte mediana posteriore del costato inferiore di sinistra. Il ruolo del chakra della milza è fornire energia vitale o prana a tutti i chakra a tutti i livelli della personalità o del sé inferiore e da lì ai sistemi organici del corpo fisico. L’apparato recettivo del prana o energia vitale consiste principalmente di due centri di forza oltre al chakra della milza, il primo è situato appena sotto il diaframma, e il secondo si trova tra le scapole appena sopra il chakra del cuore: questi tre chakra formano il cosiddetto triangolo pranico, il ruolo del quale è quello di vitalizzare il corpo eterico e di conseguenza il corpo fisico.

A proposito di energia non dimenticate mai che l’energia segue il pensiero.

Gli altri sei piani superiori sono i seguenti:

Il piano astrale è il piano che governa le sensazioni, le emozioni e i desideri, è quel corpo attraverso il quale si sperimenta l’emozione. È qui che la coscienza forma i suoi desideri, che poi sperimenterà nel piano fisico.

Il piano mentale  è la sede del pensiero e del ragionamento della persona, è il desiderio di materializzare l’oggetto, è lo spazio dove accade tutto è il nostro Se superiore

Il piano intuitivo o Buddhico  rappresenta la luce dell’anima, quindi lo stato evolutivo che si è raggiunto, Dal Piano Buddhico provengono le intuizioni superiori. La qualità specifica del Mondo Buddhico è l’Amore-Saggezza, è il mondo dell’unione e non solo fra gli uomini

Il piano spirituale o Atmico è caratterizzato dalla volontà e dalla potenza ed è sede dell’energia dinamica dello Spirito che anima il Piano Divino e che ne promuove l’attuazione nei livelli inferiori, la si può descrivere come lo sviluppo perfetto della Scintilla Divina insita in ogni individuo

Il piano Monadico è la sede dello spirito. Lo spirito è la scintilla divina che noi siamo, l’intento del quale consiste nel discendere e materializzarsi poco a poco, per potere raccogliere gradualmente le esperienze necessarie per la propria evoluzione. Il piano Divino è l’insieme di tutti gli universi, di tutto quello che esiste, insomma quello che volgarmente chiamiamo Dio.    

0
Ti è piaciuto questo articolo? 

CHI SONO

Roberto Kechler

Roberto Kechler è un ricercatore, si occupa, da appassionato della materia di Radioestesia e Radionica da decenni. Con l’aiuto della Fisica quantistica il suo percorso di strade inesplorate in tali materie lo hanno portato a produrre delle frequenze dinamizzate per attuare l’equilibrio dell’organismo (umano, animale e vegetale) agendo sui campi energetici informati degli stessi.

Ultimi Post

CATEGORIE

SE TI FA PIACERE CONTATTAMI

Vuoi essere aggiornato?

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Privacy Policy Cookie Policy