Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

La Radiestesia è un scienza antichissima utilizzata fin dall’antichità (Sumeri, Egiziani, Cinesi, Popolo Indiano) da una élite di sacerdoti che dopo lunghi studi ed esercitazioni a livello psichico la usavano per le alte gerarchie dello stato. Venivano usati strumenti come pendolini (trovati nelle tombe egizie), amuleti, particolari strumenti tipo l’Ank: non sappiamo se usassero anche quadranti o altre tipologie di supporti

Nella prima metà del secolo passato la Radiestesia si è molto evoluta specialmente in in Francia e in Belgio, soprattutto  attraverso i fratelli Sewranx

L’operatore, attraverso quadranti vari, utilizzando un pendolino come indicatore, si mette in comunicazione con l’obiettivo ed opera su questo.

Le teorie moderne di come funziona la radioestesia sono molteplici In particolare autori come Lynne Mc Taggart (Il Campo) e Ervin Laszlo (Scienza e il Campo Akashico) hanno cercato di usare concetti come il Campo di Energia Punto Zero e il Campo A (Registri dell’Akasha) per costruire le fondamenta di questi fenomeni.

La teoria dei quanti è la fisica dell’ultrapiccolo, ed è proprio nel mondo atomico e subatomico che sono emersi dei risultati che sono all’opposto della nostra esperienza su scala fisica e che formano le basi di molte spiegazioni correnti di quei fenomeni che non comprendiamo, come la radioestesia, la radionica, la guarigione e il paranormale. Ancora non si riesce a spiegarne scientificamrntr il funzionamento in quanto non abbiamo ancora gli strumenti adatti, ma siccome funziona, per me la Radioestesia aiuta molte persone a superare i problemi che sempre si affrontano nella vita. Stiamo cercando di comprendere il mondo solo con la conoscenza a noi disponibile, che è, a quanto pare, insufficiente.

Le spiegazioni di come funziona la radionica implicano sia un approccio fisico, scientifico, che un approccio più esoterico, che include la mente e la coscienza

La Radiestesia potrebbe essere la interfaccia della nostra realtà (terza dimensione) con dimensioni più elevate di realtà e coscienza.

Quale è il concetto dell’operazione radioestesica e radionica che ho dopo anni di ricerca, studio e pratica.

L’universo è fatto di Energia, solo di energia più o meno condensata (massa):l’energia è Vibrazione (frequenza), ed è eguale a Calore (luce), come dalle equazioni di fisici famosissimi:

 

EQUAZIONE DI EINSTEIN     =  E=mc2   =         Energia eguale Massa

EQUAZIONJE DI PLANK       =   h v      =      Massa eguale a Vibrazione

EQUAZIONE DI Bolzmann    =   k=T     =      Massa eguale a Quantità di Calore

E=mc2   =   h v =   k=T

ENERGIA = MASSA = VIBRAZIONE = CALORE

ENERGIA – MASSA – FREQUENZA – LUCE

 Per questa ragione tutto è collegato e tutto è UNO

Il Corpo Eterico

Corpo eterico È il più denso di tutti e il più direttamente connesso con il corpo fisico. I cambiamenti dello stato fisico sono immediatamente avvertiti

come variazioni di energia nel corpo eterico. La sua funzione è quella di strutturare dinamicamente il corpo fisico secondo un’articolazione intelligentemente prevista ma non personalizzata. Gli spiritisti chiamano il corpo eterico anche perispirito,[20] intendendolo come una specie di raccoglitore di involucri strumentali dello Spirito, oppure doppio eterico, essendo in fondo un duplicato del corpo fisico, il quale ne risulta modellato.[20] Su di esso sono situati i chakra, e vi affluisce il prana, ossia di quel tipo di energia funzionale al nutrimento della dimensione psichica.[20] Steiner lo chiama anche «corpo vitale», trattandosi di quel veicolo che conferisce vitalità all’organismo, e a cui riconosce, pur con molti distinguo, una certa parentela col concetto di forza vitale di cui parlavano gli scienziati nella prima metà del XIX secolo, prima che venisse bandito dalla biologia.[21] Il corpo eterico è ciò che accomuna l’uomo alle piante, le quali vivono come in uno stato permanente di sonno. (Wikipedia)

Il Corpo Eterico (delle persone, degli animali e delle piante) fornisce energia, stabilizza e provvede alla crescita e alla riparazione delle cellule ad un livello primario. Le distorsioni o modifiche nei campi energetici informati del corpo eterico si estrinsecano nel corpo fisico come disagio e malattia.(vedi filmato)

I campi energetici informati pre-fisico sono composti da energia informata e dunque da frequenze.

Ogni atomo ha una sua frequenza, ogni cellula ha la sua frequenza, ogni organo è formato da cellule ed ha la sua frequenza.

L’universo è in equilibrio ed anche noi nella terza dimensione dovremmo essere in equilibrio. Se fosse così saremmo in perfetta salute, felicità e benessere; ma invece nella terza dimensione regna il disequilibrio in tutte le famiglie, umana, animale e vegetale

La Radiestesia e la Radionica sono pratiche che servono a portare equilibrio dove manca.

Per esempio, un trauma, una ferita, un blocco energetico, sia in campo vegetale, che animale che umano, porta automaticamente un disequilibrio, che si sviluppa in una modifica della frequenza, nel campo energetico informato che sovrintende la parte ferita, creando un disequilibrio alla parte colpita.

L’operatore sia radioestesico che radionico può intervenire per riportare in equilibrio le frequenze modificate nel campo energetico informato. attraverso un testimone.

Il testimone sarà una parte biologica dell’obiettivo (foglia, pelo, goccia di sangue, ciocca di capelli, e così via) che, essendo parte dell’obiettivo, è sempre collegata allo stesso dovunque esso si trovi.

Qui interviene la spiegazione di come la Radiestesia e la Radionica possano operare a distanze, anche infinite, tra l’operatore ed il soggetto. Kuepper ipotizza che la migliore analogia per l’entanglement emergente è che si tratta di   uno stato di amore con l’universo, poiché ciò che l’entanglement emergente permette è una forma di connessione non locale con il mondo.” Il teorema di Bell sulla non località introduce il concetto che tutto nell’universo è connesso con tutto. Questo è stato provato sperimentalmente da Aspect e colleghi nel 1982.

Utilizzando vari quadranti sui quali sono riportate informazioni riguardanti il soggetto e con l’uso di un pendolino o altro strumento, l’operatore cerca e trova il disequilibrio energetico o di frequenza e lo corregge con la propria volontà e intento.

Non c’è il paziente e la tua mente, ma “il paziente nella mente”.

Elizabeth Baerlein lo aveva scoperto nel 1958 e credeva che il pensiero fosse la chiave della Radiestesia e della Radionica e uno dei suoi più grandi poteri

La differenza tra Radiestesia e Radionica è molto semplice: la Radionica è la figlia tecnologicamente avanzata della Radiestesia.La Radionica si può ipotizzare come mezzo strumentale di “trasferimento di informazioni che informa il sistema” di che cosa c’è bisogno per riportare se stesso in armonia.

La Radionica, al posto del pendolino e dei quadranti, utilizza delle strumentazioni, le ultime generazioni delle quali sono elettroniche, dei protocolli e “rates” o codici alfanumerici per i trattamenti.

Kuepper crede che la nozione di “rate” che, rappresenta una frequenza, induce in errore e suggerisce che le rates siano semplicemente codici di accesso a gruppi di modelli di informazione energetici, loro stessi frequenze complesse in risonanza con campi di energia sottile di organi, tessuti o patologie.

Lungo le stesse linee King crede che, gli strumenti siano esclusivamente “apparecchiature pratiche che permettono al subconscio di oggettivare le informazioni”.

Kuepper stesso ipotizza che, i protocolli di Radionica hanno lo scopo primario di chiarificare l’intento dell’operatore, essendo l’intento il fattore supremo nel decidere cosa farà lo strumento.

Anche per la Radionica non conosciamo i fondamenti scientifici ma, sappiamo con certezza che funziona.

Ci sono varie tipologie di protocolli e varie tipologie di strumentazione, compreso il disegno su carta di uno schema di apparecchio, e tutti funzionano, perciò credo che tutto dipenda dalla volontà ed dall’intento dell’operatore

l’apparecchio radionico è solo un tramite tra l’operatore ed il soggetto. Potremmo discutere a lungo ma il funzionamento si estrinseca tecnicamente nella seguente procedura schematica: sulla strumentazione il testimone viene collegato tramite uno o più potenziometri o trimmer ad una piastra speciale o dispositivo tattile o stick.

L’operatore mette l’apparecchio in modalità ricerca ,si concentra sulla ricerca o il problema da risolvere, strofina con le dita lo stick mentre modifica il trimmer e quando le dita si bloccano sulla piastra ha trovato quello che sta cercando. Ttrovate le “rates” che gli servono mette l’apparecchio in modalità emissione , cerca, sempre tramite lo stick ed il trimmer, i tempi di emissione e il numero di ripetizioni e procede con il trattamento.

Le “rates” si possono anche trovare già create, si trovano tante pubblicazioni, ma per la mia esperienza non tutte funzionano bene e che la stessa “rate” con diverse apparecchiature  ha dei risultati differenti, per cui è bene fare molta attenzione, molti controlli e dei test preventivi.

In definitiva il mio pensiero maturato in anni di ricerca e lavoro è questo: Radiestesia e Radionica si equivalgono con la differenza che in Radiestesia la concentrazione dell’operatore serve per il trattamento che si sta facendo, mentre in Radionica, trovate le “rates” il trattamento può durare all’infinito, e per questo occorre fare molta attenzione a trovare i giusti tempi di utilizzo.

1
Ti è piaciuto questo articolo?

CHI SONO

Roberto Kechler

Roberto Kechler è un ricercatore, si occupa, da appassionato della materia di Radioestesia e Radionica da decenni. Con l’aiuto della Fisica quantistica il suo percorso di strade inesplorate in tali materie lo hanno portato a produrre delle frequenze dinamizzate per attuare l’equilibrio dell’organismo (umano, animale e vegetale) agendo sui campi energetici informati degli stessi.

CATEGORIE

SE TI FA PIACERE CONTATTAMI

Vuoi essere aggiornato?

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale. Privacy Policy Cookie Policy